Il Lambrusco

Lambrusco

Amo il nostro territorio e i suoi prodotti.

Il Lambrusco appartiene a quell’universo di vitigni autoctoni che hanno il grande pregio di rappresentare un territorio; oggi distinguiamo il Lambrusco Maestri, il più coltivato nella provincia di Parma, il Grasparossa, il Salamino, il Lambrusco di Sorbara, solo per citarne alcuni.

Dall’originaria identità di vite selvatica ha conquistato la dignità attuale incontrando i gusti di ampie fasce di consumatori, grazie alla sua versatilità valorizzata ed esaltata dalle moderne tecniche di vinificazione. Per le sue caratteristiche di buona acidità, effervescenza e freschezza il Lambrusco diventa trasversale negli abbinamenti, adattandosi a molte preparazioni culinarie.

Ho scelto la cantina Monte delle Vigne di Ozzano Taro per produrre il Lambrusco di nostra selezione.

Per il suo carattere schietto ed esuberante, la sua vivacità, la sua leggerezza è il vino ideale in molte occasioni: fresco, profumato, giustamente tannico, estremamente digeribile perché moderatamente alcolico, risulta intrigante con abbinamenti gastronomici della cucina locale, dai tradizionali anolini in brodo, ai tortelli, per quanto riguarda i primi piatti, per arrivare a seconde portate dove protagonisti sono il bollito misto, il cotechino con le lenticchie, la trippa alla parmigiana. Ma è al momento dell’antipasto, davanti ad un tagliere di salumi con il Culatello, il Prosciutto di Parma, il Salame di Felino accompagnati dalla torta fritta, che il Lambrusco dà il meglio di sé, ad una temperatura di servizio di 8 – 10° C.

Buon appetito!

[magento pid=’V.LAMBREMSEMOVI’]

LASCIA UNA RISPOSTA