La Giardiniera, profumo d’estate

L’estate offre una varietà di verdure eccezionale, colorate e saporite, che suggeriscono ricette leggere e gustose.
Io, che sono nato in campagna, amavo andare nell’orto di casa, al mattino presto, per vedere cosa era maturato di nuovo e raccoglievo le verdure come dei trofei, che mia mamma cucinava poi per tutta la famiglia.

A fine estate, per conservare un pezzo di questa bellissima stagione, mia mamma preparava la giardiniera, da consumare durante l’inverno. La ricetta era semplice: ortaggi a pezzi, aceto, zucchero, sale e una cottura rapida, per mantenere la giusta croccantezza delle verdure, che solitamente erano carote, sedano, peperoni, cipolle e cavolfiore e fagiolini.
La giardiniera è rimasta per me il ricordo dell’estate racchiusa in un vaso e durante l’inverno mi piaceva assaggiare, alla domenica, questa prelibatezza agrodolce.
Per essere buona, la giardiniera deve essere prodotta con ottimi ortaggi lavorati dal fresco, senza uso di additivi e conservanti e il risultato deve essere croccante, non acido, dai colori accesi e brillanti.

Si abbina molto bene alle insalate estive, di pasta o di riso, agli antipasti, agli aperitivi rustici o nel tagliere di salumi e formaggi.
Quella che ho scelto per la mia selezione è lavorata dal fresco partendo da verdure stagionali tagliate rigorosamente a mano in pezzi grandi e rustici, sottoposte a micro cotture a vapore con una tecnologia che garantisce l’idratazione per salvaguardare consistenze, colori e lucentezza, in versioni agrodolce e in olio, con soste e maturazioni in liquidi agrodolci, per arrotondare e intensificare il sapore. Ortaggi intonsi e dai colori vividi, estrema cura, dalla toelettatura delle verdure alla lavorazione finale.

Un eccellente prodotto dal gusto pieno, rotondo ed equilibrato, croccante al punto giusto e nello stesso tempo fondente. Si mangia che è un piacere, da sola o in compagnia: volete assaggiarla?
Vi aspetto!
[magento pid=’311,312′]

TAGS:

LASCIA UNA RISPOSTA